HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Nutube: il Tube Screamer diventa valvolare
Nutube: il Tube Screamer diventa valvolare
di [user #116] - pubblicato il

Il Nu Tube Screamer fonde la tecnologia Korg di valvole miniaturizzate Nutube con un classico dell'effettistica aggiungendo true bypass e controllo blend.
Il Tube Screamer riceve la sua prima valvola integrata nel circuito. Novità per il 2018, il Nu Tube Screamer nasce dalla collaborazione tra Ibanez e la tecnologia Nutube di casa Korg.

Forse l'overdrive più diffuso e ascoltato di sempre, il Tube Screamer diventa valvolare grazie a una tecnologia di miniaturizzazione inedita. A dispetto del nome, il Tube Screamer si è sempre basato su un circuito a stato solido, generando una saturazione morbida e con la caratteristica punta sui medi attraverso dei chip ogni volta diversi, dando vita così a innumerevoli versioni e imitazioni nel corso degli anni. Per il 2018, Ibanez ha voluto rivoluzionare il suo classico dell'effettistica riprogettandolo intorno alla Nutube: una valvola in miniatura in piena regola, con tutte le caratteristiche dei tubi sotto vuoto ma con l'affidabilità di un componente d'ultima generazione.

Nutube: il Tube Screamer diventa valvolare

La prima apparizione della Nutube sul mercato risale al 2015, dalla collaborazione tra Korg e Noritake. Bisogna però attendere l'inizio del 2017 per vedere il primo amplificatore basato sulla nuova tecnologia con valvole miniaturizzate, per il marchio Vox con i modelli MV50. Combo per basso e tastiere arrivano con i VX50 nell'autunno dello stesso anno, e ora Ibanez sdogana la Nutube unendola a uno degli overdrive più amati e imitati sul mercato.

Nutube: il Tube Screamer diventa valvolare

Battezzato Nu Tube Screamer, l'overdrive ricalca il timbro inconfondibile dello stompbox verde, aggiungendo alla ricetta tutto il calore, la sensibilità dinamica e la pasta dettagliata di una saturazione di estrazione valvolare provocata dalla Nutube all'interno. Visibile attraverso un piccolo oblò al centro dello chassis, il componente promette le medesime peculiarità timbriche di una valvola tradizionale, senza i lati negativi relativi a delicatezza strutturale, microfonicità o usura.

Alimentabile da 9 fino a 18 volt, il Nu Tube Screamer conserva l'interfaccia del modello storico, con manopole di Drive, Tone e Level. A queste aggiunge un mini-potenziometro di Mix per dosare il livello di segnale pulito all'interno del suono in uscita, così da recuperare sensibilità al tocco e definizione delle note anche quando i livelli di gain si fanno importanti.
Il pulsante di attivazione dell'effetto diventa inoltre true bypass, per preservare il tono originale inalterato quando l'overdrive è escluso dalla catena.

Il Nu Tube Screamer sarà presentato ufficialmente all'imminente Namm 2018 di Los Angeles e ci si aspetta di vederlo anche sul sito ufficiale per allora. In Italia, sarà disponibile a stretto giro grazie alla distribuzione di Mogar Music.
effetti e processori ibanez namm show 2018 nu tube screamer
Link utili
Presentazione Nutube
Vox MV50
Vox VX50
Serie Tube Screamer sul sito Ibanez
Sito del distributore Mogar Music
Altro da leggere
Pubblicità
GHS e Rocktron in Italia con Gold Music...
AC-Driver: più di una DI per chitarra...
Aeon: TC reinventa il sustainer...
Ernie Ball Expression Tremolo: 5 onde sotto...
Pubblicità
Commenti
di kelino [user #5] - commento del 03/01/2018 ore 17:01:43
Costerà solo 300 euro?
Rispondi
di RedRaven [user #20706] - commento del 04/01/2018 ore 00:28:54
lo vedo a 275, quindi ci hai preso. Nell'unico video in cui si senta, è... un TS9. La cosa più interessante è il dry mix più che la NuTube, ma a quel prezzo è un pò assurdo.
Rispondi
di kelino [user #5] - commento del 04/01/2018 ore 00:46:34
Mortacci loro e de chi se lo compra.
Rispondi
di giambibolla [user #5757] - commento del 04/01/2018 ore 17:54:10
e de chi nun je lo dice
Rispondi
di paolo962 [user #26262] - commento del 05/01/2018 ore 19:39:16
...' tacci loro!......
Rispondi
di dale [user #2255] - commento del 03/01/2018 ore 17:26:15
Ma sì ormai le studiano tutte, cambiano i componenti, cambiano i circuiti, troveranno sempre il modo per farci comprare qualcosa di nuovo. Quando capiremo, io per primo, che bisogna lavorare di più sulla mano sarà sempre troppo tardi.
:-((((
Rispondi
di RedRaven [user #20706] - commento del 04/01/2018 ore 00:19:15
"il suono è nelle mani" è da qualche post che non usciva in effetti.
Rispondi
di dale [user #2255] - commento del 04/01/2018 ore 08:21:4
È la dura verità amico, cosa vuoi che cambi ad usare questo, il mio TS808, il TS9 o le miriadi di cloni?
Chiudo perché sono già parecchio OT e magari a qualcuno interessa di più sapere qualcosa su questo ennesimo TS.
ciao :-) :-) :-) :-)
Rispondi
di MuddyWaters [user #47880] - commento del 04/01/2018 ore 07:33:01
Lo switch SMD che si sfonda però l'hanno lasciato.
Rispondi
di kelino [user #5] - commento del 04/01/2018 ore 09:54:23
...però se ste minivalvole funzionano come promettono, le applicazioni potrebbero essere molteplici: mini testate valvolari, tascabili, ad esempio.
Rispondi
di Pearly Gates [user #12346] - commento del 04/01/2018 ore 11:40:2
Ci sono già
Introducing VOX MV50 Series (Official)
vai al link
vai al link
vai al link
Rispondi
di kelino [user #5] - commento del 06/01/2018 ore 10:32:40
E quindi...grande cagata?
Rispondi
di Pearly Gates [user #12346] - commento del 06/01/2018 ore 12:38:23
Non so vanno provati
Rispondi
di Claes [user #29011] - commento del 06/01/2018 ore 14:20:37
C'è una recensione sul sito Sweetwater dove i 3 modelli sono esemplicati. Sia con cassa e microfono, sia D.I. con riprese in contemporanea - le note sono le stesse - molto pratico! La differenza di suono è però notevole tra i due metodi. Dipende ovviamente da tipo di microfono, posizione dello stesso e da cassa e tipo di altoparlante. A me piace il sound Fender clean ben riuscito e... le maniglie! Se ha 50W efficienti è una sensazione anche a livello economico. Specialmente per chi detiene il brevetto del NuTube!
Rispondi
di Lucifer [user #46960] - commento del 04/01/2018 ore 13:36:39
Chissà come avranno fatto Angus Young e similia a suonare senza questo scatolotto... boh!!!
Rispondi
di Repsol [user #30201] - commento del 04/01/2018 ore 16:38:31
Semplicemente perchè a quei tempi non c’era...
A parte gli scherzi, chi hai citato e similia, usavano un sacco di altri “scatolotti”...
Rispondi
di Lucifer [user #46960] - commento del 04/01/2018 ore 19:10:53
Ti posso assicurare che Angus ha usato sempre e solo la saturazione del Marshall... E se ascolti si sente perfettamente.
Rispondi
di coprofilo [user #593] - commento del 04/01/2018 ore 19:38:40
Te lo ha detto lui? Si scherza...
Da quel che so angus utilizza una vecchia unità wirelrss che fa anche da booster e compressore, ultimamente replicata da un artigiano americano (solo Dallas se non sbaglio) togliendo la parte wireless e lasciando solo la circuitazione di boost e compressore. Se guardi il suo rig rundown di premier guitar il roadie fa proprio vedere la riedizione montata nei rack. Il concetto è sempre quello, spingere il pre un po' oltre, bene o male lo hanno fatto tutti... o quasi.
Rispondi
di Lucifer [user #46960] - commento del 05/01/2018 ore 05:46:40
Basta guardare "Live in Paris" del '79 per accorgersi di quanto ho detto: niente rack, chitarra e doppia testata Marshall, cavo lunghissimo e gioco con i volumi. Comunque si scherza... Buona musica.
Rispondi
di adriphoenix [user #11414] - commento del 05/01/2018 ore 12:43:28
A dire il vero sembra che i fratelli Young usassero questo sistema per boostare il segnale (assoli o parti ritmiche) dei loro Marshalloni già dal 1978/79, qui c'è una bella documentazione a riguardo vai al link e vai al link
peace & music 4 ever!
Rispondi
di Repsol [user #30201] - commento del 05/01/2018 ore 17:18:50
vai al link
Rispondi
di Repsol [user #30201] - commento del 05/01/2018 ore 17:18:04
vai al link
Rispondi
di screamyoudaddy [user #37308] - commento del 04/01/2018 ore 17:24:35
Più che altro immagino che la valvola lavorerà massimo a 18V come un valvecaster, per chi lo conosce. Sicuro non si saranno degnati di inserire un circuito di aumento del voltaggio come kingsley (che poi si trova anche il kit).
Mah...
Rispondi
di Baden [user #39846] - commento del 05/01/2018 ore 00:58:03
Il Valvecaster suona bene anche a 9V
Rispondi
di screamyoudaddy [user #37308] - commento del 05/01/2018 ore 12:06:29
Beh non suona male, ma prova il kit per aumentare il voltaggio a 200v circa, dove la valvola strilla davvero, e poi mi dirai :D
Rispondi
di vicky [user #33863] - commento del 05/01/2018 ore 12:30:2
in effetti, per usare una valvola a tensioni così basse, tanto vale farlo a FET che è la stessa cosa....
Rispondi
di kelino [user #5] - commento del 06/01/2018 ore 10:32:10
Io mi fido. Perchè non ci capisco nulla.
Rispondi
di Metall_krieger [user #24953] - commento del 05/01/2018 ore 13:29:2
Non male. Un tube screamer che siccome ha il blend costa 300 sacchi.
Mhhh.
Credo che continuerò ad usare il mio clone akai, e se sentissi il bisogno del blend prenderò un Looper con il mix.
Spendendo, alla peggio, un terzo
Rispondi
di Repsol [user #30201] - commento del 05/01/2018 ore 17:21:04
Finalmente true bypass...per quanto mi risulta, ma potrei sbagliarmi, è il primo Tube ascreamer ad esserlo...
Rispondi
di RedRaven [user #20706] - commento del 05/01/2018 ore 20:31:3
No credo che anche quello "deluxe" con booster separato lo sia. E forse l'handwired.
Rispondi
di Repsol [user #30201] - commento del 07/01/2018 ore 17:31:36
Hai ragione, mi sono documentato e i due modelli che hai citato son true bypass
Rispondi
di avark [user #29295] - commento del 08/01/2018 ore 23:07:
Anche il mini è true bypass, e forse oggi è la scelta migliore
Rispondi
di francesco72 [user #31226] - commento del 09/01/2018 ore 11:08:06
Non so come funzionino queste Nutube, però ho utilizzato per anni un distorsore blackstar con la valvola canonica e devo dire di averlo apprezzato molto: il suono era più morbido e rotondo rispetto anche alle controparti della stessa marca senza valvola. Quando si è rotto (misteriosamente) ho anche pensato di ricomprarlo, poi però mi sono orientato verso un rig più compatto.
Rispondi
di Kapa [user #22968] - commento del 18/01/2018 ore 14:56:49
il Secret-1 non lo batte nessuno
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
S-Locks: Schaller reinventa lo strap lock
Aeon: TC reinventa il sustainer
Piccole, potenti e italiane: Raw Dawg EG
Le pedalboard RockBoard si fanno in Cinque
Come suona una chitarra a 18 corde?
I più commentati
Joe Bonamassa: tutti a lezione di British Blues
Piccole, potenti e italiane: Southern The Stalker
Piccole, potenti e italiane: Raw Dawg EG
Aeon: TC reinventa il sustainer
Ricky Portera: l'assolo di "Ayrton"
I vostri articoli
Piccole, potenti e italiane: Raw Dawg EG
Piccole, potenti e italiane: Southern The Stalker
ProCo Multi Rat fatto in casa
Arrogantia Pandora Vendetta 24 HH Trem: non omologarsi e vivere felici
Meris Mercury 7: il Nexus 6 dei riverberi a pedale
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964