HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
HyVibe è la chitarra acustica che fa da multifx amplificato
HyVibe è la chitarra acustica che fa da multifx amplificato
di [user #116] - pubblicato il

Una tecnologia basata sulle vibrazioni dà vita alla prima chitarra smart con effetti, loop station e possibilità di riprodurre basi senza alcun altoparlante.
L'idea di creare una chitarra all-in-one che consenta di suonare in qualunque condizione, senza cavi né accessori esterni, fa gola a qualunque musicista acustico appassionato di effettistica ed elettronica. La strada è stata percorsa da diversi progettisti, dai mini-altoparlanti montati nella buca dello SHamp ai sistemi capaci di sfruttare la cassa armonica per generare effetti ambientali elementari come il TransAcoustic Yamaha.
Ora una tecnologia capace di trasformare il legno di una chitarra acustica in un vero e proprio diffusore promette di dare vita alla prima chitarra completamente autosufficiente, con effetti programmabili via smartphone e loop station integrata.

HyVibe è la chitarra acustica che fa da multifx amplificato

Comparsa sul web solo pochi giorni fa per il finanziamento dal basso di Indiegogo, la chitarra di HyVibe Audio è un'idea covata da tempo dal laboratorio francese. Il primo prototipo risale al 2011, e la prima esibizione della chitarra in pubblico è avvenuta nel 2014. Da allora il circuito, all'apparenza un comune preamplificatore da fascia, ha ricevuto diverse revisioni e messe a punto fino a diventare un dispositivo efficiente e di piccole dimensioni, con uno schermo OLED a bordo, controllo di volume, fader per l'intensità degli effetti e pulsanti per navigare tra i menu e le sonorità disponibili.

L'interfaccia integra effetti quali riverberi e modulazioni, dal chorus al vibrato, ma comprende anche accessori come una piccola loopstation, un accordatore, un metronomo e un equalizzatore. Il dispositivo si collega via Bluetooth a computer o smartphone per regolare nel dettaglio tutti i suoni offerti, e non richiede altoparlanti né componenti aggiuntivi per riprodurre la musica processata.

HyVibe è la chitarra acustica che fa da multifx amplificato

La chitarra HyVibe si basa su un sistema di controllo delle vibrazioni attualmente in attesa di brevetto: non c'è uno speaker convenzionale dentro la cassa, ma è il legno stesso a risuonare per ricreare gli effetti o persino a riprodurre tracce audio provenienti da fonti esterne via Bluetooth.



Tutto viene offerto in una chitarra inedita, con top in acero massello di grado AA, cassa in mogano laminato e tastiera in blackwood. Mentre scriviamo queste righe, il progetto è in piena fase di finanziamento, ma si prevede che la HyVibe Guitar possa toccare il mercato per la prima metà del 2018, mantenendo tra l'altro un prezzo decisamente competitivo.
chitarre acustiche effetti e processori hyvibe
Link utili
SHamp su Accordo
Yamaha TransAcoustic su Accordo
HyVibe su Indiegogo
Altro da leggere
Pubblicità
J Rockett Audio Design sfida la plexi con...
Andy Timmons in edizione limitata con BB...
Il Big Muff Op Amp ritorna a prezzi umani...
Omni Reverb: tre ambienti da impostare e...
Pubblicità
Commenti
di franklinus [user #15063] - commento del 03/12/2017 ore 11:11:50
il top è in abete AA massello...sono un po' scettico...vedremo
Rispondi
di Vinceno [user #41608] - commento del 03/12/2017 ore 16:43:3
"Anche le chitarre spiano"
Rispondi
di JoeManganese [user #43736] - commento del 03/12/2017 ore 21:40:58
Avevo grandi aspettative per la Yamaha transacoustic, ma dopo averla provata con calma sono giunto alla conclusione che il sistema di amplificazione basato su piezoelettrici che fanno risuonare la cassa non è un gran che, e nemmeno alla metà del prezzo a cui la vendono l'avrei portata a casa. Vediamo se questa funziona. Ne dubito, alla Yamaha non sono mica dilettanti.
Rispondi
di giambibolla [user #5757] - commento del 04/12/2017 ore 08:35:52
non sono dilettanti, ma il telaio 2017 fa pena....
Rispondi
di Lisboa [user #47337] - commento del 04/12/2017 ore 21:28:44
L'idea è molto interessante. Ma va approfondito il risultato sonoro: I test presenti sul web non mi convincono appieno. Inoltre, sempre sul web, si vedono demo in cui il circuito è applicato ad acustiche di marche diverse. Ma allora perchè non venderlo da solo? Ognuno poi lo applica alla chitarra che vuole..
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Boss Angry Driver: due è meglio di uno
di aleZ
Gallinaro Customcaster 2017: i sogni diventano realtà
Il Big Muff Op Amp ritorna a prezzi umani
La storia del PAF: Gibson riceve il brevetto
TV-Tele: la chitarra TV Jones con bobina asimmetrica
I più commentati
Boss Angry Driver: due è meglio di uno
di aleZ
Gallinaro Customcaster 2017: i sogni diventano realtà
Il Big Muff Op Amp ritorna a prezzi umani
Paul Gilbert testa i suoi mini-humbucker DiMarzio
Arturia V Collection 6
I vostri articoli
Gallinaro Customcaster 2017: i sogni diventano realtà
La storia del PAF: Gibson riceve il brevetto
La storia del PAF: l'etichetta da migliaia di dollari
Segna-posizione fashion con poca spesa
Trasformare una chitarra in un tres cubano
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964